Servizi

Wedding planner
Gennaio 7, 2019
Dimissioni
Gennaio 7, 2019
Show all

Messa in mora

35,00

Categoria:
Descrizione

La messa in mora è lo strumento più semplice che la legge mette a disposizione per il recupero dei propri crediti. Spesso essa rappresenta il primo passo per ottenere l’esecuzione della prestazione in modo forzato.

 

In cosa consiste:

Si tratta, nello specifico, di una comunicazione formale con la quale un creditore (di somme, servizi o beni) intima ufficialmente al debitore di dare esecuzione ad un adempimento, previsto per iscritto, i cui termini sono ormai scaduti.

 

Requisiti:

Presupposto essenziale è, infatti, che vi sia un ritardo nell’adempimento imputabile al debitore. Contro questo ritardo il creditore può tutelarsi mettendo in mora il debitore così da addebitargli le conseguenze negative del ritardo, fermo restando che il debitore rimane obbligato ad eseguire la prestazione.

 

Effetti della messa in mora:

La messa in mora comporta degli effetti ben precisi:

–       Consente al giudice di valutare, in sede di giudizio, il comportamento tenuto dal debitore, ai fini della decisione sulla condanna alle spese processuali.

–       Il debitore sarà tenuto a risarcire i danni derivanti dal ritardo nell’adempimento.

–       Nelle obbligazioni aventi ad oggetto somme di danaro, dal giorno della messa in mora iniziano a maturare gli interessi legali.

–       Si interrompe la prescrizionee cioè il termine di scadenza oltre il quale il diritto non può più essere esercitato.

–       Il debitore non è più liberato dalla cosiddetta sopravvenuta impossibilità della prestazione, neanche da quella derivante da cause a lui non imputabili, a meno che non provi che l’oggetto della prestazione sarebbe perito anche se fosse stato consegnato senza ritardo.

 

Obbligatorietà della messa in mora:

La messa in mora, in molti casi, è un atto obbligatorio e necessario prima di poter adire il Tribunale, ma vi sono delle ipotesi in cuiil legislatore ha fatto un’eccezione.La costituzione in mora non è infatti necessaria:

  1. quando il debito deriva dafatto illecito;
  2. quando il debitore ha dichiarato per iscritto di non voler eseguire l’obbligazione;
  3. quando è scaduto il termine, se la prestazione deve essere eseguita al domicilio del creditore

 

Aspetti generali:

Si osserva che la lettera di messa in mora può essere scritta direttamente dall’interessato senza bisogno di ricorrere ad un avvocato. È consigliabile, tuttavia, rivolgersi ad un legale, in quanto non si correrà il rischio di commettere errori legati alla mancanza di una adeguata competenza (come ad esempio l’indicazione dei termini e così via).

E’ bene sapere, inoltre, che la mora può essere eliminata, in caso di adempimento; interrotta, se il creditore rifiuta, senza motivo, l’adempimento; cancellata se il debitore ottiene un nuovo termine per estinguere l’obbligazione ed infine sospesa se il creditore, dopo averla provocata, dimostra di tollerarla.

 

Differenza con la diffida ad adempiere:

Un breve cenno merita, al fine di offrire maggiori chiarimenti, la differenza fra la messa in mora e la diffida ad adempiere. Molto sommariamente, si può dire che la differenza sta nel risultato che si vuole perseguire: mentre con la messa in mora l’obiettivo è quello di ottenere la prestazione e si concede un termine oltre il quale si agirà in via esecutiva al fine di raggiungere detto scopo, con la diffida ad adempiere, l’obiettivo è quello di comunicare che, se la prestazione non verrà eseguita entro un dato termine, il creditore non avrà più interesse all’esecuzione del contratto e questo sarà risolto di diritto.

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

WhatsApp Assistenza Tecnica su WhatsApp